Guinzaglio o pettorina? Quale scegliere e perché?

di Silvia
guinzaglio o pettorina

Una domanda che tutti ci siamo posti rispetto al nostro cane è la seguente: guinzaglio o pettorina? Non è facile scegliere dato che gli esperti danno all’uno o all’altro metodo tanti pro e troppi contro per cui il dubbio diventa più che lecito: quale scegliere? Vediamo i pro e i contro di guinzaglio o pettorina in questo articolo per aiutarvi a chiarire le idee.

La pettorina: rispettosa, morbida e a volte dannosa

Se un cane non è in grado di camminare al guinzaglio, tira e si muove in maniera scomposta abbiamo un problema ben più grave. Qui non conta tanto la scelta tra guinzaglio o pettorina quanto piuttosto il rapporto di fiducia instaurato. Il cane irrispettoso al guinzaglio sta mostrando in maniera molto evidente che non vi rispetta e che non ha riconosciuto la vostra autorità. Decide lui dove andare e con che ritmo farlo, per cui vi sta anche sfidando ad una prova di forza che danneggia voi, lui ed il vostro rapporto. Se il cane tira è giusto tirare di conseguenza? No, nulla di più sbagliato. Se il cane tira bisogna rivedere il rapporto a partire da come vivete la passeggiata, il gioco e la convivenza in casa.

Pettorina e pressione sugli arti: a cosa stare attenti?

La pettorina influisce meno sulla pressione quando il cane tira e può essere considerato un modo più pratico per portarlo a spasso. Si tratta però di una soluzione che nasconde il problema e non lo affronta pienamente: perché il cane non vi rispetta? La pettorina è indicata per i cuccioli ma deve essere opportunamente regolata in modo che non ne comprometta le articolazioni. La pettorina non è diseducativa ma parte dal presupposto che non siamo in grado di contenere le spinte del cane per cui, prima di sceglierla dovremmo indagare sulle ragioni che ci inducono a questa scelta.

Guinzaglio o pettorina: costi, metodi educativi e altre riflessioni

Il guinzaglio è pratico, comodo da indossare e non troppo invadente. Non ci piacciono molto i collari a strozzo né quelli con il meccanismo di allungamento perché sono coercitivi e concessivi. Il collare più è semplice più funziona meglio. Il cane al guinzaglio deve sentirsi sicuro e felice, libero di annusare ciò che lo incuriosisce e di socializzare, se ne ha voglia, con altri cani. Un guinzaglio semplice con il quale il cane passeggia in tranquillità è sempre la scelta migliore. Se il cane manifesta aggressività e reazioni imprevedibili è opportuno valutare l’intervento di un educatore cinofilo anziché optare per modelli corti e museruola. I cani non nascono aggressivi e maleducati ma ci diventano. Questo è un fatto indiscutibile e per cui la scelta tra guinzaglio o pettorina è solo un aspetto marginale e trascurabile.

 

 

Articoli collegati